2

“Non gli resta che Kakà”: 14 parolacce (e figuracce) dei giornali

“Il fallo da dietro è da espulsione“: a volte i titoli dei giornali possono essere strepitosi. Se poi, oltre ai doppi sensi, contengono parolacce, il mix diventa esplosivo. Non mi riferisco tanto agli strilli di Libero o del Giornale, che usano di… Continue Reading

0

La ricchezza (linguistica) del deretano

Il sedere ha ispirato molti modi di dire, nei quali assume significati diversi dalla fortuna, di cui ci siamo occupati nella puntata precedente. Vogliamo vedere quali? Sono davvero numerosi, e meritano un intero articolo. Innanzitutto, è un modo di qualificare… Continue Reading

1

Perché “clown” è un insulto?

  C’è un fatto che mi ha colpito alle ultime elezioni. L’aspirante premier della Germania, il socialdemocratico Peer Steinbrück (sarà lo sfidante di Angela Merkel) ha dichiarato alla “Bild” – il quotidiano popolare più venduto – di essere «inorridito dal… Continue Reading

1

Parolacce: la “top ten” del 2011

Nel 2011 sono state molte le parolacce salite alla ribalta delle cronache. Ma ben poche passeranno alla storia: sono state, quasi sempre, parolacce sciatte, livorose, senza spirito… Soprattutto nella politica italiana, che, come nella “top ten” del 2010, è stata il palcoscenico col maggior tasso di turpiloquio.… Continue Reading