0

Cin-cin, curva e altre parole da non dire all’estero

Il più famoso è il cin-cin: se fate un brindisi con amici giapponesi, evitatelo come la peste. Nel Paese del Sol Levante, infatti, significa pene, nel senso di organo sessuale maschile (montaggio con foto Shutterstock). Ma non è l’unica espressione italiana che,… Continue Reading

7

Zokola, katso e altri 25 (falsi) amici

Se in Norvegia una commessa vi dicesse “skopare“, non illudetevi: vi sta proponendo un paio di scarpe. Se un giapponese pronunciasse la parola “kago“, non vi sta segnalando i propri bisogni fisiologici: sta parlando di auto. E, restando in tema,… Continue Reading

8

Piacere, Felice Della Sega

Non vorrei essere nei suoi panni quando arriva il momento di presentarsi: “Piacere, Felice Della Sega“. Portare un cognome volgare può cambiare la vita. Spesso in peggio: scherzi telefonici e citofonici, battutine, prese in giro possono essere un supplizio quotidiano. Ma… Continue Reading

6

Nero di troia e bernarda: la lista dei vini osè

Come accompagnare un menu fatto di portate volgari (l’ho raccontato qui), se non con una cantina adeguata? Il mondo dei vini (e degli alcolici in generale) riserva notevoli sorprese agli appassionati di parolacce e di goliardia: l’alcol libera i freni inibitori, e un… Continue Reading

0

Cazzetti, grattaculi e tette di vergine: le parolacce a tavola

Si può parlare di cibo e parolacce? Con la febbre dell’Expo, la domanda sorge spontanea. In effetti, un legame fra alimenti e volgarità c’è: per descrivere una donna attraente, la definiamo una “bella gnocca“, e in portoghese comer (mangiare) significa anche… Continue Reading

2

Parolacce: la “top ten” del 2014

Quali sono state le parolacce più clamorose del 2014? Le più inaspettate, fuori dagli schemi, emblematiche (e con effetti notevoli)? Nell’anno appena concluso ho censito oltre 200 casi rilevanti di turpiloquio, nelle cronache italiane ed estere. Con una tendenza che salta all’occhio: la… Continue Reading

0

Parolacce come anti-spam? Meritano la pubblicazione!

Può un documento intitolato “Cancellatemi dalla vostra fottuta mailing list” essere accettato per la pubblicazione da una rivista scientifica? Sì. Anche se il documento consiste nella mera ripetizione di quella frase per 862 volte? Ebbene: sì. Succedono strane (e divertenti)… Continue Reading

1

Lo strano caso dei dottori Fuck & Fuck

Quando Luc – un lettore di questo blog – mi ha segnalato una ricerca che conteneva le parole “fuck, fuck, bitch” (scopa, scopa,stronza), ho pensato a un altro scherzo clamoroso (ricordate il caso di Stronzo Bestiale?). Seguendo la sua indicazione,… Continue Reading

7

La vera storia di Stronzo Bestiale (e altri scherzi scientifici)

Leggereste una ricerca scientifica firmata da Stronzo Bestiale? Una dose di diffidenza sarebbe giustificata: il nome è tutto un programma. Eppure, il professor Bestiale, fisico palermitano, ha firmato nel 1987 importanti studi su prestigiose riviste scientifiche, come il Journal of… Continue Reading

2

“Non gli resta che Kakà”: 14 parolacce (e figuracce) dei giornali

“Il fallo da dietro è da espulsione“: a volte i titoli dei giornali possono essere strepitosi. Se poi, oltre ai doppi sensi, contengono parolacce, il mix diventa esplosivo. Non mi riferisco tanto agli strilli di Libero o del Giornale, che usano di… Continue Reading