1

Le tracce della rivoluzione sessuale. Sulla carta

Quando è iniziata la rivoluzione sessuale nel mondo occidentale? Fra il 1960 e il 1980, grazie alla diffusione della pillola anticoncezionale, delle droghe, della controcultura (hippy, femminismo, beat generation), del rock… Una rivoluzione iniziata prima nel mondo angloamericano e nei Paesi nordici, e poi estesa ai Paesi latini.
E questo si sapeva. Ma davvero è impossibile identificare una data di inizio per questo movimento? Forse sì: tempo fa Google ha lanciato una nuova applicazione, Ngram viewer, che consente di calcolare, in un periodo prescelto, quante volte è presente una data parola in oltre 5,2 milioni di libri digitalizzati.
Come ho raccontato nel mio libro, uno dei sintomi della rivoluzione sessuale è la maggior frequenza d’uso dei termini sessuali osceni, che vengono – per usare una parola brutta ma espressiva – sdoganati nella letteratura. La censura si allenta, le parole del sesso diventano meno tabù, e allora anche gli scrittori fanno un uso più libero e frequente di parolacce per parlare di erotismo in modo diretto, colloquiale, naturale.
Dunque, in teoria basta inserire in Ngram i termini sessuali volgari più usati nelle varie lingue, per verificare in quali anni si registrano i picchi di maggior uso. Vogliamo fare questo esperimento?

Innanzitutto, alcune precisazioni sul metodo. Ngram consente di scandagliare la letteratura di varie lingue: inglese (sia americano che britannico), cinese, tedesco, ebraico, spagnolo, russo, francese. L’italiano manca, perché non c’è ancora una sufficiente massa critica di libri digitalizzati nella nostra lingua. Escludendo gli idiomi che non conosco (russo, ebraico, cinese e tedesco), mi sono concentrato su inglese (distinto fra americano e britannico), francese e spagnolo. Ho selezionato per ciascuna di queste lingue le parolacce più usate per denotare l’atto sessuale (gli equivalenti di “scopare”) e i genitali (“cazzo” e “fica”), e ho avviato il motore di ricerca nelle varie lingue, tra il 1940 e il 2008, senza smoothing, cioè aggiustamenti statistici fra un anno e l’altro. Ecco che cosa è venuto fuori.

Letteratura inglese

NGram: la percentuale di termini osceni nella letteratura inglese (1940-2008).

Nel grafico, si possono identificare tre anni cruciali: 1961, 1964/66 e 1970. Il che coincide con alcuni eventi cruciali, come la pubblicazione – assai contestata – di Lady Chatterley’s Lover, il romanzo erotico di D.H.Lawrence che fece scandalo. Dal 1984 al 1998 si registra un crescendo quasi costante, con un calo non facilmente spiegabile nel 2000: bisognerebbe capire che tipo di libri sono stati digitalizzati in quel periodo.
Ma a un’analisi più attenta delle fonti librarie, emergono alcuni clamorosi errori (bias) nel campione: nell’elenco sono conteggiati anche i dick intesi come cognomi (Moby Dick), e diversi libri della letteratura statunitense, come “Tropico del cancro” di Henry Miller.

Letteratura statunitense

NGram: la percentuale di termini osceni nella letteratura statunitense (1940-2008).

Negli States i periodi di esplosione erotica risultano il 1966 e il 1971/73. Anche negli Usa l’esplosione oscena risulta in costante aumento dal 1987 in poi. Ma con gli stessi errori statistici riscontrati nella letteratura britannica.

Letteratura francese

NGram: la percentuale di termini osceni nella letteratura francese (1940-2008).

NGram: la percentuale di termini osceni nella letteratura francese (1940-2008).

In francese risultati sono ancora più controversi: per i termini che denotano l’atto sessuale, ho dovuto scartare baiser e coucher perché hanno come significato principale dei termini neutri (rispettivamente, “baciare” e “coricare”). Ecco perché ho inserito niquer. Per quanto riguarda l’organo maschile, bite, Ngram censisce anche i libri inglesi, nei quali il termine significa “morso”, il che falsa un po’ i risultati. In più ho dovuto separare i risultati relativi a con, l’organo femminile, perché ha una frequenza d’uso di gran lunga maggiore: sia perché in francese è anche un insulto, sinonimo di “stupido”, “idiota”; sia perché, ancora una volta, Ngram censisce anche i risultati italiani, nei quali “con” è una preposizione.

Fatte queste premesse, per niquer e bite i periodi d’oro sono il 1965 e 1968, e il 1974-1975. Per con, a parte i picchi del 1944, 1954 e 1961, risultano più credibili quelli del 1973 e del 1978.

Letteratura spagnola

NGram: la percentuale di termini osceni nella letteratura spagnola (1940-2008).

In Spagna, per il probabile effetto delle censure del periodo franchista (1939-1975), la rivoluzione sessuale risulta più tarda: il 1973 e il 1979, ma solo nella seconda metà degli anni ’90 i termini osceni si diffondono a macchia d’olio. Ma nel catalogo entrano anche altri sensi di polla, che può significare anche gallina, pollastra e posta, scommessa.

Conclusioni

Anche NGram sembra confermare un dato già noto: ovvero che la rivoluzione sessuale è iniziata prima nei Paesi angloamericani (intorno al 1966), e poi si è diffusa in quelli latini (1973/75).

Tra i termini volgari osceni, nella letteratura angloamericana è più frequente il termine che designa l’atto sessuale (fuck) anche perché è usato anche come imprecazione o come maledizione (fuck off). In francese e in spagnolo, invece, è più frequente il termine che designa l’organo sessuale femminile (con e coño) perché in ambo le lingue è usato anche come insulto o come imprecazione.

A parte queste considerazioni, sulle parolacce oscene Ngram mostra i suoi punti deboli:

  1. i libri non sono stati catalogati e suddivisi in modo rigoroso per epoche, lingue e nazioni: il che falsa molto i risultati;
  2. non c’è la possibilità di scegliere, per le parole che hanno più di un significato (sia nella stessa lingua che in lingue diverse) quello desiderato; e anche questo falsa i risultati.

Dunque, per stabilire l’epoca d’inizio della rivoluzione sessuale continueremo a fare come in passato: a spanne. In attesa che l’informatica faccia altri progressi…

vito tartamella

vito tartamella

One Comment

  1. ogni tanto anche queste cose . non sono d”accordo con quello che scrive sugli anni dal 60 al 66. ora il parlare osceno è sinonimo di ignorante . un tempo si diceva ” ti esprimi come uno scaricatore di porto . ed in effetti , con la finta rivoluzione culturale di sinistra , sono iniziati l”uso di espressioni maleducate , ovvero cafone , perchè facevano molto ” comunista ” un tempo , guardiamo i film americani si era molto più coinvolti nel famoso , vedo e non vedo , capisco anche senza vedere volgarità . oggi se un atto sessuale , che è sempre volgare al di fuori della camera da letto , non è fatto in forma evidente , nemmeno diverte . non la contesto , lo scrivere fa sempre bene , e la carta si lascia scrivere , oggi il tablet si lascia scrivere . non so quanto spazio ho ancora , e quindi la saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *