17

Le città più imbarazzanti d’Italia

cartelloMix

Un collage con alcuni dei luoghi più volgari d’Italia.

Che bei viaggi si fanno d’estate! Sono appena andato a Chiappa (Imola): un paese favoloso, gemellato con Culo (Francia). Lungo il tragitto ho fatto una “sosta tecnica” a Piscia (Svizzera), e poi una deviazione per ammirare le bellezze di Gnocca (Rovigo). Qui ho incontrato una ragazza, ma presto ho scoperto che era di Troia (Foggia): lei mi ha mandato a Cagar (Croazia), ma ho sbagliato strada e sono finito a Bastardo (Perugia). Sempre meglio che andare a Merda (India) o a Puttan (Norvegia)…
La storia è inventata, ma i paesi con un nome volgare esistono davvero. E se li si mette tutti in fila, la geografia sembra diventare una canzone di Elio e le storie tese. Del resto, anche i luoghi modellano la nostra identità: molti cognomi sono derivati da nomi di località (Milanesi, Siciliano, Romani…) e diversi insulti fanno leva proprio sulla provenienza geografica (terrone/polentone). Figuriamoci allora cosa accade nella nostra mente se conosciamo un uomo che abita a Sega o una donna di Ficaccia…
Sul Web, però, circolano diversi scherzi e voli di fantasia (come le località di Vergate sul Membro o Sucate Sotto, che non esistono): così ho fatto una verifica e, scartando questi casi, ho trovato oltre 70 paesi con un nome imbarazzante, non solo in Italia ma sparsi in tutto il mondo, dal Messico al Gabon, dall’India alla Norvegia.
Così li ho riuniti tutti per la prima volta in una mappa di Google corredata di segnaposti e spiegazioni: la trovate in fondo a questa pagina.

Cazzone, Fucking e altre storie

Ma dove, quali e quanti sono le città volgari? Quelle con lo stesso suono delle parolacce italiane sono 75 in tutto il mondo: le località italiane sono 27 (il 36,1%), seguite da città della Francia (16: il 22,2%), della Norvegia (5, il 6,9%) e del Messico (3, il 4,1%). Il resto è sparso in ogni angolo del globo, dal Gabon all’India, dall’Iran a Cuba.
Fra le regioni italiane primeggia il Veneto, con 7 località, seguito dalla Lombardia (6). Il Nord, quindi, batte il Sud. Per quanto riguarda l’estero, la Corsica è la regione con la maggior concentrazione di nomi volgari (11).
Fra le assonanze volgari prevalgono (e ti pareva!) i termini osceni-sessuali. Ecco l’elenco dettagliato dei paesi più imbarazzanti: se volete fare un viaggio stravagante (o mandare qualcuno a quel paese…), eccovi accontentati. E se volete sapere le parole straniere che somigliano a parolacce italiane, cliccate qui.

TERMINI OSCENI (52%)

gnocca

Il cartello di Gnocca (Rovigo).

I termini osceni-sessuali sono la categoria più nutrita con 39 termini. Ecco quali sono:

  • Cazzulino (Italia, Lombardia), Cazzano (Italia, Veneto), Cazzago (3 Italia: Veneto e Lombardia), Usellus (Italia, Sardegna)
  • Cappella (8 Italia: Piemonte, Lazio, Marche, 2 Veneto, Lombardia, Calabria, Molise; 3 all’estero: Svizzera, 2 Francia).
  • Pirla (2: Svizzera e India)
  • Trepalle (Italia, Lombardia)
  • Culo (2 Francia, Angola)
  • Chiappa (2 Italia, Liguria)
  • Figa (Slovacchia, 3 Francia), Fica (Francia), La Ficaccia (Italia, Sardegna), Ficaccia (Francia), Fika (Nigeria), Ficarazzi (Italia, Sicilia)
  • Gnocca (Italia, Veneto)
  • Pompiano (Italia, Lombardia)
  • Sega (Italia, Veneto), La Sega (Veneto)
  • Scopa (Italia, Piemonte).

INSULTI (29,3%)

bastardo

La frazione di Bastardo (Perugia).

Le città con un nome che ricalca un insulto sono 22. Ecco quali sono:

  • Troia (Italia, Puglia), Troya (9: Cuba, 3 Messico, Argentina, Ecuador, Spagna, Cile, Gabon), Troja (Polonia, Germania, Giamaica), Troja (2 Norvegia)
  • Puttan (3 Norvegia), Puttanahalli (India)
  • Bastardo (Italia, Umbria), Bastard (2 Francia)

 

 

TERMINI ESCREMENTIZI (18,7%)

La frazione di Pisciarelli (Roma).

La frazione di Pisciarelli (Roma).

Le città con un nome che si rifà ai prodotti del metabolismo sono 14. Eccone l’elenco:

  • Merda (India), Merdare (Serbia), Merdari (Montenegro), Merdonu (Iran)
  • Strunze (Rep. Ceca)
  • Cagar (Croazia, Bosnia ed Erzegovina)
  • Piscia (5 Francia, Svizzera), Pisciarelli (Italia, Lazio)

 

 

Ed ecco la mappa mondiale delle città-parolaccia: per quelle italiane, se cliccate sul segnaposto colorato, apparirà una finestrella con qualche informazione in più, sulla località e (ove possibile) sull’origine del nome. I segnaposto sono di 3 colori diversi: verdi per i termini insultanti, rossi per quelli escrementizi, blu per quelli osceni (come nell’elenco precedente).

E voi? Conoscete altri paesi imbarazzanti che mi sono sfuggiti? Segnalateli nei commenti (finestra qui sotto: tranquilli, il vostro indirizzo mail non sarà pubblicato) se possibile con il link a Google Maps: così aggiornerò la mappa.

vito tartamella

vito tartamella

17 Comments

    • Orgia non è una parolaccia (per quanto rimanda a un concetto tabù senz’altro)… E di Figa in Corsica ce ne sono 3: aggiornato la mappa! Grazie

  1. In Benin (Africa occidentale):
    1. Parakou
    2. Gran Popo
    entrambi pronunciarti alla francese con l’accento sull’ultima.

    • Parakou è carina ma troppo lontana dal termine “paraculo”; Gran Popo è divertente, ma il termine “popò” non è una parolaccia bensì un “baby talk”, un linguaggio (affettuoso, pulito e colorito) per rivolgersi ai bambini…
      Grazie comunque delle segnalazioni!

  2. Sul lago di Como c’è una strada per feticisti: la Lecco-Bellano…
    E comunque Bellano già da sola merita di stare in questa lista…

    • Grazie Paolo, sono divertenti ma non li inserisco nella mappa perché “Sesso” e “Muffa” non sono parolacce…Per sapere cosa sono le parolacce puoi leggere questo post. Comunque grazie della tua segnalazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *